Crociera in Terra Santa con Costa Deliziosa


 foto 1   foto 2

Appunti di bordo

 16/04/2014 Partenza

Partiti verso le 8:00 da casa, siamo arrivati in porto a Savona verso 14:30. Ora siamo in attesa dell’imbargo. Attesa piuttosto lunga e noiosa…appena saliamo un riposino ci vorrebbe, ma credo che la curiosità di visitare la nave avrà la meglio.

 

17/04/2014 Navigazione

Due certezze: in nave si riesce a dormire bene e si mangia ottimamente. Meglio i pasti rispetto alla colazione, che non è certo povera, ma non a livello di un albergo di alta fascia.

I bambini sono vivaci, non hanno pause. Qualche momento di relax quando vanno al mini club.

Finora la crociera non mi soddisfa: troppa gente, tutto piuttosto caotico, troppo inutile sfarzo e spreco, ma soprattutto troppi programmi e orari da rispettare. Vediamo come proseguirà. Una cosa che mi piace in particolare però c’è: questo momento, seduto davanti all’oblò della mia cabina, a scrivere nel silenzio, mentre ammiro il mare, solo il mare, su tutto l’orizzonte. Mi sento molto “pirata dei Caraibi”…ecco, il silenzio e’ rotto da un papà che nella camera accanto litiga con il figlio che fa i capricci, mal comune mezzo gaudio !

Serata con passaggio sullo stretto di Messina. Davvero suggestivo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

18/04/2014 Katakolon GR

Diario di bordo: oggi mi son svegliato prima degli altri, come sempre, e mi son visto il film 7km da Gerusalemme. Film italiano che ho trovato stupendo ed emozionante, fra l’altro perfetto per la crociera che ha come destinazione primaria la Terra Santa. Spero di riuscire a cogliere in pieno l’atmosfera mistica di quei luoghi. Spero mi lascino il segno.

Breve passeggiata sul ponte con Annalisa, grande paesaggio e belle foto.

Ore 11:00 abbiamo visto le coste dell’isola di Zante

Pomeriggio con sbarco a Katacolon (Grecia). Un piccolo porto in grado comunque di ormeggiare una nave grossa come la Costa Deliziosa. Abbiamo deciso di evitare l’escursione a Olimpya, perché seppur affascinante per la storia greca e delle olimpiadi, le rovine si riducono ormai a poche pietre di scarso impatto scenografico.

La pioggia ha reso la nostra visita al porto abbastanza breve, ma sufficiente perché lo stesso si limita a tre viette piene di negozi e bar dedicati ai turisti. La passeggiata sulla terra ferma e’ stata comunque gradevole.

Serata in nave sperando che la visita di domani ad Atene non sia accompagnata dalla pioggia.

Un’altra critica alla Costa Crociere: non è possibile che in viaggi con budget di questo tipo non ci siano bevande, the e caffè gratis tutto il giorno. I pranzi a buffet inoltre sono piuttosto caotici, da domani opteremo per il ristorante alla carta, che comunque è previsto anche se con orari più limitati.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

19/04/2014 Atene GR

Stamattina sveglia alle 5:30 perche’ Samuele, poverino, ha il naso completamente tappato causa allergia. La moquette ovunque di certo non l’aiuta. Colgo l’occasione per una sbirciata al panorama, verso le 6:30 sposto la tenda e guardo per una decina di secondi l’alba. Dieci secondi, non di più, abbastanza per fotografare nella mia mente questo spettacolo unico.

Non mi piace viaggiare con escursioni programmate, avere orari prestabiliti, dover cenare e pranzare ad una certa ora, tutto troppo meccanico e caotico, non fa probabilmente per me. Ma guardare il mare dall’oblò e’ davvero affascinante, non mi stancherò di scriverlo e probabilmente mi ripeterò spesso durante la stesura di questo diario di bordo.

Ore 8:00 colazione in cabina

Escursione in città in corriera. Vista dell’Acropoli da sotto, brevi soste in altri punti, passeggiata in una via di negozi e ristoranti vicino all’arco di Adriano e infine un’assaggio di stuzzichi in un ristorantino sul porto, con piccolo spettacolo di danza folcloristico. Un’escursione che francamente non ci ha lasciato molto dell’Atene storica, città nella quale però ci avevano detto che non c’è molto da vedere i realtà. Chi si aspetta una Roma in versione greca rimarrà molto deluso.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

20/04/2014 Izmir TR

Sveglia alle 7:30 e colazione in cabina anche oggi. La mattina escursione a Izmir con visita alla Basilica di San Giovanni e alla casa della Vergine Maria. Visita più interessante dal punto di vista mistico/religioso che visivo.

Rientro verso le 15:00, solito pranzo caotico (troppo difficile trovare posto per sedersi, sembra sempre di essere in un centro commerciale troppo affollato). Adesso, ore 17:00, ci prepariamo per assistere alla messa di Pasqua sulla nave, anche questa a suo modo sarà sicuramente un’esperienza unica (aggiornamento: effettivamente è stata emozionante)

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

21/04/2014 Navigazione

Sveglia presto per sbrigare subito le pratiche burocratiche per lo sbarco previsto per domani in Israele e poi grossa colazione a buffet.

Bambini 1 oretta a mini club mentre io e Annalisa ci godiamo il primo Sole, con la brezza marina che ci riaffresca. Clima perfetto, ora vero relax.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

22/04/2014 Haifa e Gerusalemme IL

La giornata principale della crociera, con sbarco in Israele nella serata del 21 e relative escursioni in Terra Santa previste per il 22 e 23 mattina.

Dopo diverse discussioni su quale escursione scegliere alla fine abbiamo optato per la visita a Gerusalemme, luogo focale della vita di Gesù. Ho dovuto purtroppo rinunciare all’idea di toccare le acque del Giordano, cosa possibile con un’escursione diversa, ma uno dei punti a sfavore della vacanza in crociera e’ proprio questo: non c’è il tempo necessario per vedere tutto quello che sarebbe stato bello visitare.

Siamo quindi partiti abbastanza presto in bus e subito ci siamo accorti di non essere stati fortunati con le guide: quella israeliana era decisamente stitica nelle spiegazioni e il traduttore era un signore sugli ottanta che faticava in tutto, soprattutto nell’organizzare gli spostamenti a piedi, tutti fatti troppo frettolosamente; a questo va aggiunto il fatto che aveva pure la voce bassa e si sentiva pochissimo.

Dopo 3 ore e passa di strada per raggiungere Gerusalemme, partiti dal porto di Haifa, dove sostava la nostra nave, subito una pessima sorpresa organizzata dalla Costa: la prima tappa e’ stata in un negozio di diamanti e gioielli del posto, cosa che ha infastidito non poco quasi tutti i partecipanti, perché il programma parlava solo di negozi di souvenir.

Dopo un’ora circa ci siamo diretti in un hotel per il pranzo. Organizzazione discreta nonostante la moltitudine di persone presenti e cibo di media qualità e scelta. Finalmente nel pomeriggio inizia l’escursione vera. Abbiamo visto da lontano il Monte degli Ulivi e molti altri luoghi storici e importanti nella storia di Gesù. Abbiamo camminato sulla Via Crucis, sulla quale però non sono riuscito a cogliere l’importanza e la suggestione del luogo sacro perche’ ormai trasformato in una sorta di mercato nel quale abbiamo dovuto camminare in fretta perche a detta della guida c’era il pericolo di scippi e ruberie.

Siamo giunti finalmente alla Chiesa che custodiva il Santo Sepolcro e dentro mi ha fatto molto effetto poter toccare con mano e pregare sulla pietra dove hanno posto il corpo di Gesù non appena fu tolto dal crocifisso, poco prima di essere riposto nel sepolcro.

Il Santo Sepolcro l’abbiamo visto invece solo da fuori la stanza che lo custodisce, vista la lunghezza della coda. Sono però riuscito a scattare qualche fotografia. Emozionante comunque realizzare di essere in quel luogo.

Un altro posto che mi ha colpito molto e’ stata la stanza dell’Ultima Cena. Inizialmente non le avevo dato importanza perché non riuscivo a sentire le spiegazioni della guida. Quando il gruppo stava uscendo e’ stata Annalisa a dirmi che quella piccola e modesta stanzetta era quella dell’Ultima Cena di Gesù con gli apostoli e in un attimo ho immaginato tutto, ho pensato ai numerosi dipinti che l’avevano raffigurata, alla scena del bacio di Giuda, all’importanza di quell’evento per il Cristianesimo e per la nostra storia, ho sentito un brivido, molto emozionante.

Siamo infine usciti percorrendo la parte finale della Via Crucis fino ad arrivare alla parte ebrea dove abbiamo potuto visitare da vicino il Muro del Pianto, luogo suggestivo e molto fascinoso, forse per la diversità notevole di usanze religiose degli Ebrei rispetto alle nostre. E’ stato bello poter passare dei momenti a stretto contatto con loro, vivere da vicino le loro preghiere al Muro e poter visitare così da vicino la Tomba del Re David.

Qui finiva l’escursione di Gerusalemme, capitale d’Israele, con tutte le sue diverse sfaccettature e culture mescolate in apparente pace. Dopo altre 3-4 ore di strada, il rientro in nave.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

23/04/2014 Nazareth IL

Partenza piuttosto faticosa dopo le 12 ore di escursione di ieri. Sveglia alle 6:00, ritrovo al teatro Duse della nave alle 7:00, partenza in bus alle 7:15 circa.

Guida decisamente ottima rispetto a quella di ieri, sia la signora che parlava in italiano, sia la guida israeliana, che ci hanno permesso di cogliere molti particolari dei luoghi visitati e di ricavare diverse notizie interessanti. Rispetto alle guide di ieri…un altro livello !

In pullman abbiamo visto la fonte di Maria, ovvero la fontana nella quale la Madonna veniva a dissetarsi e poi siamo andati direttamente alla Basilica dell’Annunciazione.

Sinceramente mi è’ piaciuta moltissimo e ho avvertito molto la suggestione del posto, tutto dedicato alla Maria Vergine, stupenda in alcune raffigurazioni e soprattutto in una statua che mi è’ piaciuta in modo particolare, posta all’esterno della Basilica, in posto soleggiato. Le foto scattate sono spettacolari.

Il rientro e’ stato piuttosto travagliato, con l’aria condizionata a palla ,che mi ha fatto soffrire non poco e l’autista ( forse più camionista che autista… ) che non riusciva a trovare l’entrata giusta al porto di Haifa.

Pomeriggio, finalmente, relax in nave!

Serata alla grande con cena italiana con tanto di ballo con i camerieri e trenino, poi spettacolo al Teatro Duse offerto dallo staff. Ci siamo divertiti tutti assieme.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

24-25/04/2014 Navigazione

( il penultimo giorno c’era la tappa di Civitavecchia che noi abbiamo saltato rimanendo in nave )

 

Considerazioni finali

Ciò che mi è rimasto di positivo e’ in particolare lo spettacolo del mare: svegliarsi e guardare fuori dall’oblò (o dal balcone per chi ha scelto una camera nei piani superiori) e’ qualcosa di straordinario. Osservare dalle infinite vetrate un arrivo in porto oppure guardare le coste popolate di una città mentre ci si muove in nave è’ stupendo. Scegliere una camera interna senza nemmeno un oblò e’ secondo me uno spreco considerando il risparmio esiguo.

Positivi alcuni servizi come l’animazione e il mini club che volendo è praticamente a tempo pieno e gli spettacoli serali, di buon livello. Stupenda la messa di Pasqua in nave. Ottima la cordialità del personale, anche se in rari casi qualitativamente non sempre all’altezza della situazione.

Camere nel complesso buone anche se mi aspettavo molto di più dall’arredamento visto che parliamo di una nave costruita nel 2010. Pessima e anacronistica la moquette, soprattutto per chi è allergico agli acari. Qualche volta fastidiosa l’aria che funge da riscaldamento e raffrescamento.

 

La vacanza in crociera, nel complesso, ci ha lasciati però piuttosto perplessi. Mi rendo conto che il nostro giudizio va probabilmente contro corrente, ma la crociera e’ un tipo di vacanza particolare. Sebbene la promuovano come la vacanza da sogno per eccellenza io è mia moglie in realtà non siamo rimasti del tutto entusiasti. Ottima per i molti anziani presenti o per alcuni disabili che così possono spostarsi nel comfort che una nave offre (le escursioni per loro non ci sono sembrate molto organizzate invece…), ma ci sono diversi punti negativi per quanto abbiamo potuto vedere:

  • Nonostante i bimbi non paghino fino a 18 anni, il costo reale per la famiglia e’ abbastanza elevato perche comunque i genitori pagano anche per loro, a meno che non si sfruttino pacchetti particolari, last minute o scali anticipati con macchinosi spostamenti via terra.
  • Se non si acquistano pacchetti speciali e comunque non inclusi nel prezzo base, troppe cose sono a pagamento. Il wifi per esempio lo vendono a 11 Euro x ora, un caffè macchiato al bar, fuori dagli orari di buffet, viene proposto a 4 Euro nel bar della cioccolata e a 1.50 Euro nel bar principale (lasciamo naturalmente perdere la qualità di quel caffè …), un cocktail non alcolico a 6 Euro e questi sono solo alcuni esempi.
  • E’ vero che i pasti sono abbondanti e numerosi, ma i distributori di succo d’arancia, caffè, the, ecc vengono chiusi fra un pasto e l’altro per spingere la gente a consumare al bar
  • Le conferenze organizzate sono generalmente finalizzate a vendere prodotti presenti sulla nave
  • In nave si rischia di soffrire il mal di mare. A noi non è capitato, ma chi l’ha provato in altre escursioni si è bruciato almeno un giorno intero di vacanza.
  • Tutto sulla nave sembra essere concepito per far spendere soldi ai passeggeri: i negozi, il casino’, il cinema 4D proposto a 8 Euro, i servizi fotografici, professionali ma molto costosi.
  • I pranzi a buffet dopo le giornate di escursione sono un marasma, spesso per trovare un posto libero, soprattutto per una famiglia, non è affatto facile e bisogna sedersi assieme ad altra gente nei tavoli più grandi
  • Le escursioni sono state troppo brevi e riassuntive. Nella crociera scelta da noi c’era il vantaggio di avere 4 tappe in 3 nazioni diverse (si consideri fra l’altro che la tappa al Cairo era stata eliminata in favore di mezza giornata in più in Israele). Chi cerca un viaggio esplorativo e culturale e vuole visitare un luogo in modo approfondito non deve scegliere una crociera. Quest’ultima, al contrario, ha il vantaggio di permettere al cliente di toccare diverse mete in un unico viaggio.
  • Personalmente trovo la vita di bordo troppo caotica e anche troppo lussuosa per i miei personali gusti. C’è la sensazione di vivere in un centro commerciale, pieno di gente, luci, suoni. Il fatto che questo piaccia o meno è naturalmente soggettivo.
  • Le mance, caricate ingiustamente in automatico, per ben 24 Euro al giorno (l’agenzia ci aveva avvisati ed era compreso nel prezzo preventivato) che non vanno in realtà ai dipendenti e ai camerieri, come ci hanno confermato alcuni di loro.
  • I camerieri stessi, tutti indiani, filippini, cinesi o di altri Paesi poveri, che lavorano sorridendo per 11 ore al giorno per 7 giorni alla settimana, con solo qualche raro momento di pausa. Vedere le panciute signore anziane servite da questi bravi inservienti, tutte sfoggianti vestiti inverosimili, luccicanti al limite del ridicolo, spesso sedute davanti alle macchinette del casino’ a regalare altri soldi alla Costa, mi sono sembrate un affronto alla povertà, ma questa rimane solo una discutibile sensazione personale.
  • I cocktail con il Capitano, ovviamente facoltativi, sono un momento ideale per chi vuol sfoggiare l’abito da sera e qui si scatena una sfilata senza precedenti. Si mette in mostra l’eleganza in alcuni casi e il ridicolo in altri.

Questa crociera alla fin fine rimane comunque una buona esperienza per la nostra famiglia, utile a “toglierci lo sfizio” e soddisfare la nostra curiosità, un’esperienza da fare almeno una volta nella vita.

Non ci sembra abbia soddisfatto però il nostro concetto attuale di vacanza ideale, che vediamo più libera, più esplorativa e dinamica, più aperta ai cambi di programma e sicuramente senza vincoli sull’ abbigliamento da tenere e gli orari da rispettare.

Ci sono anche diversi punti a favore della crociera: gli spostamenti in giro per il Mondo che avvengono senza fatiche, le innumerevoli attività di bordo e via dicendo.

Con il senno di poi credo che la vacanza in crociera si possa sfruttare per viaggi specifici, di relax più che di visita e sicuramente utilizzando i last minute e le offerte speciali, perché i pacchetti base costano più di quello che offrono secondo il nostro parere.

N.B. Alla fine le foto fatte sono state circa 950, delle quali ne abbiamo filtrate 297. E’ ovvio quindi che quelle presenti sono solo una piccola parte, scelta quasi casualmente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...