Quale client email per Mac ?


Bella domanda ! Purtroppo la nostra amata Apple ha un po’ trascurato il suo client nativo Mail, ad oggi arrivato alla versione 9.2

Conoscendo Apple mi aspetto prima o poi un upgrade significativo. Loro ci arrivano, qualche volta troppo piano, ma ci arrivano, per poi spesso migliorare quello che gli altri hanno prodotto.

Ad oggi però Mail è graficamente poco organizzato e macchinoso, secondo me con troppe funzioni inutili e poco “Apple style”.

Personalmente sto utilizzando Unibox perché offre un sistema di raggruppamento email per contatto che da come risultato una visione d’insieme davvero comoda ed efficace, con un’interfaccia pulita e snella. Manca purtroppo di una funzione che su Mail utilizzo per lavoro quasi quotidianamente: il sistema per ridurre in automatico il peso degli allegati fotografici.

Incollo di seguito un altro interessante articolo, che l’autore mi ha gentilmente concesso e che penso possa offrire un buon spunto di riflessione per chi deve ancora decidere quale client di posta elettronica utilizzare per il suo Mac:

Dopo aver provato in serie quattro diversi client email per Mac sono infine tornato a Mail convinto di avere tutto sommato fatto la scelta giusta. Di seguito la mia esperienza.

POSTBOX

Postbox a mio avviso è l’unico vero rivale di Mail su Mac. Offre una vasta gamma di opzioni ed integrazioni che ne fanno un’ottimo strumento di lavoro anche per i social network e per Dropbox.

Ha un eccellente sistema di indicizzazione, ricerca, raggruppamento e tagging delle email su cui non si può assolutamente sollevare alcuna obiezione.

L’unico vero problema di questo client è l’avvio, che diventa sempre meno veloce man mano che aumentano le dimensioni delle vostre caselle. Purtroppo questo problema non è facilmente risolvibile, anche comprimendo le caselle.

THUNDERBIRD

Thunderbird ha l’indubbio vantaggio di essere assolutamente free. L’ho usato in passato su Windows e per due anni circa su Mac. All’epoca tuttavia la differenza con Mail era a tutto vantaggio dell’applicazione di casa Mozilla, ma oggi il paragone purtroppo non regge.

Su Mac Thunderbird sembra un pesce fuor d’acqua, ma non per le operazioni fondamentali, quanto piuttosto per l’integrazione col sistema operativo. Per esempio ho provato ad importare le mie mailbox da Mail ma il programma non è stato in grado di farlo su OS X Mavericks.

In altre parole, Thunderbird risente di tutti quei difetti tipici dei programmi open-source multipiattaforma: stenta ad integrarsi bene in OS X sfruttandone le caratteristiche.

AIRMAIL

Airmail è invece confezionata a misura per OS X e ne sfrutta appieno le caratteristiche. Quest’app, che utilizza solo il protocollo IMAP, ha un’interfaccia ed un look and feel perfettamente in sintonia con il Mac.

Purtroppo allo stadio attuale crea più problemi di quanti non ne risolva: infatti è ancora immatura e flagellata da una serie di fastidiosi bug per la cui risoluzione è sempre necessario aspettare l’update sull’App Store.

UNIBOX

Unibox, come Airmail, nasce per il Mac, ma a differenza del suo concorrente si basa su un concetto del tutto nuovo: le email vengono organizzate per persona.

Unibox is a people-centric email client that organizes your messages by person. The contact list on the left is sorted by the date of the last email and each person is displayed only once.

Si tratta di un client solido e stabile ed anche performante. Gli unici difetti tuttavia sono la mancanza di alcuni elementi della GUI tipici dei client più tradizionali, come ad esempio un indicatore dell’avanzamento del download dei nuovi messaggi ed una gestione avanzata delle opzioni di composizione. Come Airmail, questo client utilizza esclusivamente IMAP.

CONCLUSIONE: DI NUOVO CON MAIL

Alla fine sono tornato ad usare Mail perché a conti fatti é il client più equilibrato tra quelli che ho provato (qualcuno direbbe “mediocre”, ma in medio stat virtus).

I problemi con Gmail citati da alcuni (che io fortunatamente non ho avuto) per IMAP si risolvono usando POP, con cui tra l’altro possiamo avere una copia locale sicura delle nostre mail, sicura nel senso che scarichiamo i messaggi e siamo al riparo dai capricci del server remoto.

E considerando che Mail non ha costi aggiuntivi, direi che tutto sommato sono soddisfatto della mia scelta. Un momento: ho detto “soddisfatto”? Facciamo gli scongiuri…

di Gabriele Romanato

Annunci

Un pensiero riguardo “Quale client email per Mac ?

  1. Aggiornamento di Maggio 2016: dopo aver utilizzato per alcuni mesi Unibox e successivamente Airmail, sono tornato anche io a Mail, il quale, pur con tutti i suoi difetti, rimane alla fine lo stesso superiore agli altri per diversi motivi.

    Spero solo che Apple si decida ritoccare la veste grafica e l’interfaccia, che sente il peso degli anni ed è poco “Apple style”.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Casualmente

Ispirazioni per uno stile di vita migliore

Camminare coi bambini

Alla scoperta della natura del Friuli Venezia Giulia (e dintorni)

INtripPANDO.com

Blog di Viaggi Low Cost

Around Family Blog

Per chi viaggia con i bambini

Lorenzo Manara

Scrittore di romanzi con il cassetto pieno.

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

lorismenoss

Questo sito WordPress.com è il migliore che ci sia

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

donatovestecasa

La casa … un gioco di stile e praticità!

MarketsToday

Diario di Bordo di un Trader - Il Blog Finanziario di MaxSeveri

Leorgrium's Blog

Where the game lives...

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

sofiajeanne

Diario di una dis-illusa

The Wood Lab

Experiments of a woodworker

Il Ponte del Diavolo

Il romanzo d'esordio di Alberth Mayhem

Alberto Misano

consigliere (ex) comunale a Manzano (UD)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: