Scegliere l’iwatch giusto

Fonte: melablog

Scegliere l’Apple Watch giusto per il proprio polso richiede un minimo di preparazione e qualche prova all’Apple Store. Ecco i consigli per riuscire nell’impresa.

Indecisi sul modello di Apple Watch più adatto al vostro polso, varisulla lunghezza e sul tipo di cinturino da abbinare? Nessun problema. Con questa guida pratica, potrete scegliere le combinazioni migliori per voi da provare all’Apple Store prima del grande acquisto.

Apple Watch, effettuare il pairing con iPhone e installare app

Scelta della Cassa

Per scegliere Apple Watch, la prima domanda da farsi è: quale metallo preferite per la cassa tra alluminio, acciaio inossidabile e oro massiccio? Il che è analogo a domandarsi se preferite la versione sportiva, quella classica o quella da ricconi. Il che, a sua volta, è direttamente proporzionale al budget che avete intenzione di investire sull’oggetto. Come noto, tuttavia, le feature e le prestazioni sono identiche: cambia solo il rivestimento esterno.

Apple Watch: prezzi e disponibilità (ma non subito in Italia)

Dopodiché occorre chiedersi se per voi più indicata la variante da 38mm o quella da 42mm; in generale, quella più grande è indicata per gli uomini e quella più piccola per le donne, ma ovviamente dipende dal vostro stile e dai gusti.

Scelta del Cinturino

Prima di procedere oltre, misurate la circonferenza del polso. Alcuni cinturini sono specifici per una delle due misure di cassa, mentre altre arrivano a coprire solo un range ristretto di circonferenze. Per scegliere i modelli compatibili col vostro fisico, potete sfogliare la Guida alle Misure di Apple, per il momento ancora in inglese ma per fortuna molto chiara. Per esempio, il Modern Buckle è compatibile solo con Apple Watch 38mm, mentre il Leather Loop va col 42mm, e per questo è disponibile solo in due misure: Medium e Large. Per il resto, lasciatevi guidare dal buon gusto.

Un Apple Watch per ognuno

Apple Watch per Sportivi: Se amate correre all’aria aperta, mangiare sano e fare tanto esercizio, la soluzione è semplicissima. Per voi è più indicato Apple Watch Sport. Apple Watch per Salutisti: Apple Watch vuole motivarvi e spronarvi a condurre uno stile di vita sempre più sano. In teoria per voi è più di indicato Apple Watch Sport, ma in effetti potete optare per qualunque versione. Tanto hanno tutte il sensore per il cuore e il calcolo delle calorie bruciate. Apple Watch per Viaggiatori: che siate backpacker o siate soliti viaggiare con valigiona rigida, il cinturino Sport Band sembra fatto per voi. Tra l’altro, supporta tutte le misure di Apple Watch, e copre tutti i polsi dalla S alla L. E occhio a quel che fate: con Apple Watch potete fare la doccia o camminare indenni sotto una poggia torrenziale in Thailandia, ma il dispositivo non è Waterproof. Quindi va tolto prima di fare il bagno a mare o in piscina. Apple Watch per i Professionisti: Per voi, l’acciaio inossidabile è la scelta obbligata; così avrete un look più sofisticato senza la pesantezza e il senso d’ostentazione della versione Oro. Magari, abbinatelo con un Leather Loop, ché ci sta benissimo. Apple Watch per i Fashiotistas: Per voi, consigliamo l’Apple Watch in acciaio inossidabile con un cinturino Modern Buckle o Classic Buckle; il Modern Buckle ha una chiusura magnetica davvero intrigante, e poi è disponibile in Nero, Blu, Rosa Chiaro e Marrone, per cui hai voglia a sbizzarrirsi con le combinazioni di colore. Apple Watch per i Geek: La scelta obbligata è il Nero Siderale con abbinato il cinturino Link Bracelet. Più geek di così si muore. Apple Watch per gli Hipster: Il Milanese Loop è imperdibile, e ha un look incredibilmente moderno; ci credereste che è stato inventato nel 17esimo secolo? Apple Watch per Ricchi&Famosi (o per chi vuole tirarsela): Ovviamente per voi la scelta d’obbligo è l’Apple Watch Edition in oro, da 11.000 e passa Euro. Occhio, però, perchè qualcuno (di solito chi non può permetterselo) potrebbe trovarlo volgare. Leggete qui sotto per capirne le ragioni. Apple Watch in Oro, l’ironia degli utenti sui social network

I computer Mac costano troppo !

Da appassionato di prodotti Apple sento spesso i miei detrattori affermare: “I prodotti Apple costano troppo, con molto meno mi compro un bel pc con Windows”. Stessa cosa quando si parla di iPhone fra l’altro.

Questo un elenco di ragioni per le quali io penso che in realtà il prezzo dei Mac non sia troppo alto rispetto a quello che offre:

1) l’hardware installato è sempre di ultima generazione (vedi gli ultimi iMac con schermi 5K), i case sono in alluminio, i monitor di prima qualità e il tutto è studiato per dissipare il calore in modo ottimale, rimanendo con consumi energetici sempre discreti. Una cosa che invece infastidisce è il cambio prezzi fra $ e €. In Usa vengono venduti attualmente a $2500, in Europa a €2650 circa. Prima di svenire sono andato però a guardare quanto costa una televisione 4K al Mediaworld e ho capito che in realtà sul prezzo ci siamo eccome !

http://www.apple.com/it/imac-with-retina/

2) La silenziosità di questi prodotti è un elemento da mettere sulla bilancia. La rumorosità delle ventole del mio pc a lungo andare diventa davvero seccante.

3) Il design e la bellezza di un iMac è un altro elemento da considerare. Un computer del genere non stonerebbe nemmeno sul tavolo di un salotto, anzi, diventa quasi un elemento di arredo considerando tastiera e mouse senza fili e design sempre più ricercati.

4) Il sistema operativo Apple, OSX, è di gran lunga quello più completo al momento dell’uscita dal negozio. Sono compresi infatti programmi di grafica, scrittura, foglio elettronico, gestione e visione video, musica, gestione e modifica foto, insomma un po’ di tutto. Chi acquista un Mac non ha bisogno dopo 5 minuti dall’accensione di andare a cercarsi in rete software freeware o a pagamento per completare la fornitura o drivers da installare, programmi di scompattazione, antivirus e via dicendo…

http://www.apple.com/it/osx/better-apps/

5) Installare un componente esterno come una stampante è la cosa più facile del Mondo: si attacca il cavo, il sistema riconosce al volo il componente, installa in automatico i drivers (senza bisogno di cd o di collegarsi al sito del produttore…) e il gioco è fatto.

6) Tutti i driver vengono aggiornati in automatico dal sistema, anche quelli dei componenti non Apple (questo accade da anni con i Mac…)

7) Gli aggiornamenti delle varie versioni del sistema operativo OSX sono GRATUITE. Io ho abbandonato il mondo Windows dopo aver acquistato Windows Vista (fra l’altro a una cifra improponibile) e aver visto che schifo di prodotto era ! In realtà ho provato in modo approfondito anche le successive versioni di Windows, come il 7, che è stato notevolmente migliorato, ma che personalmente non reputo ancora all’altezza di OSX. Se poi consideriamo che Microsoft sembra cambiare politica sul software quasi ogni 2 anni…Windows 7 sembrava un buon prodotto con Microsoft avviata verso la strada giusta, subito dopo Windows 8, un’altra porcheria….ora hanno deciso di passare direttamente a Windows 10, per una discutibile scelta di marketing (OSX = OS10 = Windows 10 …). Insomma, manca la base, ovvero un management serio con una politica coerente nel tempo.

8) Con il Mac non devo avere l’ansia di installare un buon antivirus, generalmente è davvero difficile prendere un virus su Mac (a me in 7 anni non è mai capitato). Stessa cosa per malware o qualsiasi altro software che possa anche solo rallentare il sistema, cosa che su Windows accade in modo davvero frequente.

9) Su un Mac posso installare anche Windows (in boot o virtualmente), su un pc no, ma questa esigenza l’ho superata da qualche anno. Ormai lo faccio solo per verificare le potenzialità e gli aggiornamenti degli altri sistemi operativi Microsoft e Linux.

10) I prodotti Apple si svalutano decisamente meno degli altri prodotti. Mi è capitato di rivendere hardware Apple dopo 3 anni e di prendere più del 50% del valore di acquisto. Se si trattava di un pc il valore sarebbe stato invece vicino allo 10%. Questo ritengo sia decisamente da considerare quando si dice che i Mac costano troppo.

11) Entrare nel mondo Apple significa entrare in un Mondo dove l’hardware venduto dalla stessa azienda è tutto completamente integrato e con le varie versioni di OSX e IOS lo si percepisce sempre di più. Questo è uno dei valori aggiunti al quale tengo di più. Spesso mi capitano “tifosi” Samsung che sfoderano il loro nuovo Note con schermo gigante e hardware pompatissimo. Proprio ieri uno mi ha detto “ma lo sai che con il mio cellulare Samsung posso persino controllare la mia tv Samsung ?”. In quel preciso istante ho capito che la gente il mondo Apple non lo conosce proprio, perché l’integrazione completa fra iphone, AppleTV, iMac e ipad è qualcosa di storico, migliorato nel tempo che la concorrenza per il momento sta solo cercando lontanamente di inseguire.

L’integrazione quindi è un argomento cardine, molto caro a Apple:

http://www.apple.com/it/osx/continuity/

http://www.apple.com/it/watch/features/

http://www.apple.com/it/appletv/airplay/

http://www.apple.com/it/appletv/what-is/

Grazie Apple per avermi fatto uscire dall’incubo Microsoft.

 

N.B. L’articolo è stato scritto in momenti diversi, aggiornando diverse bozze e senza un grande controllo grammaticale. Verrà inoltre aggiornato di tanto in tanto. Perdonatemi eventuali errori.

Buon compleanno Apple Store e tanti regali…a noi !

fonte: http://www.melablog.it/post/107051/giochi-e-app-gratis-per-il-compleanno-di-app-store?utm_source=newsletter&utm_medium=mail&utm_campaign=Newsletter:+melablog/it+(melablog)

Immagine

Questa settimana, l’App Store di Apple compie 5 anni. Era infatti il 10 luglio 2008, per la precisione, che il marketplace dell’azienda di Cupertino aprì al pubblico via Internet, permettendo l’acquisto di applicazioni che sarebbero poi aumentate a dismisura nel modo che ben sappiamo. Dopo aver anticipato la festa con un poster, Apple ha anche deciso di fare qualche regalo ai propri fan, mettendo a disposizione qualche gioco gratuito via App Store.

Tra i titoli messi a disposizione, sia in versione iPhone/iPod touch, sia in versione iPad nel caso in cui quest’ultima esista, troviamo diversi giochi particolarmente interessanti come Sword & Sworcery, Infinity Blade 2 e Where’s My Water. Ma ecco l’elenco finora aggiornato da Tech Tola, che come potete vedere comprende anche alcune applicazioni:

Giochi
Tiny Wings (iPhone / iPad)
Badland (iPhone / iPad)
Sword & Sworcery (iPhone / iPad)
Infinity Blade 2 (iPhone / iPad)
Where’s My Water (iPhone / iPad)
Groove Coaster Zero (Universal)
The Idiot Test 3 (iPhone)
Pig Shot (Universal)
Glow Puzzle (iPhone)

App
Day One Journal (iPhone / iPad)
Traktor DJ (iPhone / iPad)
Over (iPhone / iPad)
Barefoot World Atlas (Universal)
How to cook everything (Universal)
Map My Ride + (iPhone)
Knots 3D (Universal)